Menu
cast 2012

cast 2012 (15)

Uri Geller

La sua presenza al Congresso Magico di Saint-Vincent é di per sé un evento: Uri Geller é uno dei più grandi misteri della storia della magia. Un uomo che ha diviso le masse tra scettici e ferventi credenti.

E a Saint-Vincent lo racconteremo in un emozionante Q&A. Preparate le vostre domande!

Nasce il 20 Dicembre del 1946 in Israele da genitori di origine ungherese e austriaca, ed è parente alla lontana di Sigmund Freud da parte materna.
All’età di quattro anni mentre era nel giardino di casa sua venne investito da una strana sfera di luce. Un ex militare dell’esercito Israelita, che aveva assistito all’accaduto, convalidò la veridicità di questo fatto a distanza di dieci anni.
Solo all’età di 5 anni, racconta di essersi reso conto di possedere degli strani poteri: durante un pasto un cucchiaio si piegò e si spezzò tra le sue mani senza aver esercitato alcun tipo di forza. I genitori rimasero scioccati da quanto accadde, in quanto il piccolo non aveva proferito parole riguardo all’incidente avvenuto un anno prima nel proprio giardino e nel frattempo si divertiva ad esercitarsi con i suoi poteri a scuola con i suoi compagni.
A 11 anni di trasferì a Cipro, dove vi rimase fino ai 17 anni, quando dovette tornare a Israele per prestare servizio militare dome paracadutista, partecipando alla Guerra dei sei giorni nel 1967 durante la quale venne ferito. Tra il 1968 e il 1969 lavorò come modello per differenti campagne e nel 1969 cominciò a lavorare utilizzando sui suoi poteri telepatici e di psicocinesi di fronte ad un pubblico relativamente piccolo. Il grande successo arrivò grazie all’allora Primo ministro israeliano, Golda Meir quando in un programma tv nazionale gli venne domandato cosa ne pensasse del futuro di Israele ed egli rispose: “Non chiedete a me, chiedeteglielo a Uri Geller.”
I più grandi e famosi studiosi del mondo, alcuni dei quali avevano collaborato con Albert Enstein hanno sottoposto Uri a diversi test per capire l’origine di questi suoi strani magici poteri.
Nature, una delle più grandi e prestigiose riviste scientifiche del mondo ha pubblicato un servizio circa il lavoro svolto da Uri presso lo Stanford Research Institute negli Stati Uniti, una delle prove più genuine riguardo all’autenticità dei suoi poteri. Collaborando con l’FBI e la CIA è stato in grado, grazie ai suoi poteri mentali, di cancellare dai computer files appartenenti al KGB, rintracciare serial killers, presenziare a incontro riguardo al disarma mento nucleare, e influenzare mediante onde energetiche positive il capo delle negoziazioni sovietico, affinché la Russia firmasse lo START (Strategic Arms Reduction Treaty firmato da Russia e USA nel 1991).
Il suo nome é apparso in un numero infinito in cruciverba su giornali come il New York Times, Washington Post, New York Magazine, TV Guide (USA), People, New Yorker Magazine, e l’ International Herald Tribune, fino ad apparire nel famoso gioco da tavolo Trivial Pursuit.
Addirittura la Marvel Comics, nota casa editrice di fumetti, dedicò a Uri la prima pagine del fumetto Daredevil presentandolo con il titolo: “L’ospite più spettacolare di tutti i tempi: Uri Geller!” Nel 2008 accettò di buon grado il David Berglas International Magic Award per aver contribuito attraverso gli anni a diffondere il mondo della magia, benché non sia un mago a tutti gli effetti. Due anni dopo ricevette il prestigioso Dunninger memorial award.
Il suo programma televisivo dal titolo The Successor, andato in onda per la prima volta nel 2007 in Israele, è ora un successo internazionale.

In questo messaggio dedicato ai suoi fans, Uri annuncia il suo arrivo a Saint-Vincent: da Sofia Loren ad oggi, la sua gioia di tornare in Italia.

This year I will be visiting Italy, which is where my career first really took off internationally! Here’s a funny story; probably before you were born, there was a guy called Uri Geller, when Uri became famous in Israel (his homeland) in 1968 , his manager wanted to get him more great publicity so he arranged Uri to meet Sofia Loren and Carlo Ponti in Rome, the meeting took place in her villa and Sofia Loren freaked out when Uri bent a spoon for her, but Carlo Ponti did not allow Uri to be photographed with her, so Uri went back to Tel Aviv very disappointed, but unknown to him his manager stayed in Rome and made a very bad photomontage (photoshop wasn’t invented yet) of Uri and Sofia and sent it to the Israeli press who immediately knew it was a fake picture, and poor Uri woke up in the morning to find this picture splashed on the front covers of all the papers in Israel! Well this young Uri left Israel in 1972 and went straight to Rome where his career began! This is my Italian connection! So, to all of you who enjoyed my performances for all these years it will be a great pleasure to meet you all in Italy very soon. I respect every one of you and I’m sending you much energy and love. Uri

Read more...

Juan Tamariz

Juan Tamariz è nato a Madrid il 18 ottobre del 1942 . Ha incontrato la magia all’età di quattro anni, quando i suoi genitori l’hanno portato a teatro a vedere uno spettacolo di magia e da quel momento decise di iniziare ad imparare l’arte della manipolazione.

Nel 1973 Tamariz ha compiuto il suo balzo finale verso la gloria quando ha vinto a pieni voti Premio Mondiale di Cartomagia al Congresso Mondiale della Magia. Il numero presentato, conosciuto come “Il numero di Parigi” è un mix sorprendente di manipolazione e numismagia, tra trasformazioni, sparizioni e apparizioni, il tutto presentato con umorismo sorprendente. Arturo de Ascanio ha detto che questo effetto è stato la cosa più grande magia che avesse mai visto.

Nel corso della sua carriera, Tamariz è apparso in un numero enorme di programmi televisivi, dentro e fuori la Spagna. Il suo debutto davanti alle telecamere è avvenuto nel 1961; anni più tardi è apparso regolarmente su Good Afternoon ( 1972 ), il programma era di Raul Matas. Nel 1976 ha presentato uno spazio dedicato al mondo della prestidigitazione: Magic Time. Nello stesso anno ha testato le sue abilità di attore interpretando Don Estrecho. Negli anni successivi ha continuato ad apparire nel famoso Un, dos, tres questa volta nella sua veste di un mago. Ha condotto: Magicamente ( 1981 - 1982 ) Magia Potagia e Chantatachan ( 1992) a Telemadrid, accompagnato da Olvido Gara. Inoltre, è stato intervistato da presentatori come Andreu Buenafuente (Antena 3) e Jesus Quintero (Il pazzo sulla collina, BBC1). E’ anche apparso in Carte Blanche (BBC2) nel 2006, con un proprio programma.

Le sue teorie e le sue invenzioni hanno cambiato il modo di fare magia per intere generazioni di illusionisti: particolarmente note le sue tesi sulla psicologia dello spettatore.

Read more...

Max Maven - Il potere della mente

Philip Goldstein, in arte Max Maven, nacque ad Ithaca, nello stato di New York.

Poco dopo la sua nascita, la famiglia si trasferì nell’area di Boston e fin da bambino iniziò ad essere attratto dai maghi che vedeva in televisione. Si appassionò definitivamente al mondo magico grazie ad alcuni trucchetti insegnatigli da un cugino più anziano ed uno zio.

Maven cercò di apprendere tutti i campi della magia, ma ha sempre trovato più adatto a lui il ramo del Mentalismo, un tipo di magia più concettuale e verbale e si applica quindi meglio al suo modo di essere.

Ha continuato a studiare l’arte della magia leggendo libri e facendo spettacoli al liceo e al college. Successivamente è stato istruito dai grandi nomi della magia; è anche diventato molto amico di alcuni di questi, come Jay Marshall e Dai Vernon.

Nel 1978 si è trasferito a Los Angeles per proseguire la sua carriera nel mondo della magia; da allora, il contributo di Maven per la comunità magica è stato fondamentale.

Nel 1988 ha vinto il Premio Tenkai, il più alto riconoscimento magico giapponese; fu un evento straordinario perché per la prima volta questo premio veniva dato ad un artista straniero.

Ha pubblicato anche diversi libri e, benché avesse cambiato legalmente il suo nome in Max Maven, a volte usa ancora “Phil Goldstein” nei documenti prettamente tecnici. I giochi interattivi di Max sono stati inclusi nello speciale della NBC ” The World’s Greatest Magic” del 1994, e fu il primo artista prenotato per l’edizione del 1995 e ancora una volta nel 1997. Maven fu nominato docente dell’anno dall’Accademia delle arti magiche (Magic Castle) a Hollywood, e nel 1998 è stato il destinatario di una borsa di studio da quell’organizzazione. Ha innovato molti effetti magici, utilizzati da altri maghi mentalisti, e ha lavorato come consulente per David Copperfield, Siegfried e Roy, Doug Henning, Penn & Teller, Lance Burton e molti altri. È stato annunciatore radiofonico di successo, graphic designer, autore, pianista, insegnante, cantante, attore, docente, sceneggiatore, compositore, consulente di pubblicità e chef. Legge oltre 150 libri e riviste ogni mese e questo flusso costante di informazioni fornisce una stimolazione continua di nuove idee per le sue abilità.

Read more...

Danny Cole - La sperimentazione in magia

Danny Cole è cresciuto a Los Angeles e ha cominciato a studiare la magia all’età di dieci anni. Sotto la tutela dell’insegnante Loren Michaels Christopher, ha contemporaneamente imparato approcci contemporanei al gioco di prestigio, sviluppando sistemi completamente nuovi. Ha inoltre studiato presso il Collegio Chavez della Magia sotto la direzione di Dale Salwak e imparato la manipolazione classica. Danny è stato ben presto coinvolto nell’Academy of Magical Arts Programma Junior la cui casa base è il Magic Castle di Hollywood. Ha collaborato con altri giovani maghi e cominciato a perfezionare e sviluppare il suo stile particolare di magia.

Nel 1996, all’età di 17 anni, Danny Cole ha vinto il prestigioso Lance Burton Stage Contest a Las Vegas, e l’anno successivo si é esibito con Lance nello special televisivo della NBC, Lance Burton, Master Magician: The encounter . Nel 1999 l’Academy of Magical Art ha onorato Danny con la sua Platinum Award per Outstanding Achievement Junior e nello stesso anno, il Magic World Awards lo ha premiato con il Rising Star Award della Magia televisiva internazionale.

Oggi, Danny è chiaramente uno dei maghi migliori al mondo. Si rifiuta di imitare e insiste sullo sviluppo di nuovi concetti di magia.

Read more...

Dean Gunnarson

Dean Gunnarson é un campione di magia canadese, nato a Winnipeg, Manitoba. La sua popolarità é aumentata esponenzialmente da quando é comparso sugli schermi televisivi e ha eseguito una delle sue prodezze. La sua apparizione televisiva più importante é stata durante lo show della NBC “The most dangerous show in the world”, durante il quale ha compiuto una delle sue evasioni più complesse: si é liberato dalla camicia di forza mentre era appeso a 726 m da terra sulla diga di Hoover.

Altri programmi di cui é stato protagonista sono stati “The Magic in the Magic Kingdom” girato a Disneyland nel 1988 e “The spectacular World of the Guinness World Records”. Durante uno dei suoi speciali televisivi, é riuscito a vincere una delle paure più grandi di tutti gli uomini: ha compiuto un’evasione sospeso sopra una palude in cui, ad attenderlo se qualcosa fosse andato storto, c’erano 135 alligatori. Per rendere l’evasione ancora più pericolosa si é ricoperto di carne di pollo e di sangue!

Nel 1983 ha anche rischiato la vita in uno stunt andato male (si é fatto rinchiudere in una bara e seppellire nel Red River a Winnipeg) ma questa fu solo un’altra prova della sua grandezza e dell’autenticità di tutte le sue prove impossibili!

Read more...

René Lavand - il re del close-up

E’ considerato uno dei più grandi esperti di Close-Up al mondo. Di origini argentine, Héctor René Lavandera, comunemente noto come René Lavand (nato il 24 settembre 1928 a Buenos Aires), non é noto solo alla comunità magica ma é anche un personaggio televisivo, essendo apparso più volte nell’Ed Sullivan Show e nello spettacolo di Johnny Carson, in cui ha mostrato al pubblico del Magic Castle di Hollywood la sua stupefacente abilità. Dopo aver perso una mano all’età di 9 in un incidente d’auto, Lavand riuscì comunque ad apprendere l’arte magica da autodidatta, benché tutte le tecniche spiegate sui libri fossero da eseguire a due mani. Dopo aver lavorato come cassiere in una banca, all’età di 32 anni è apparso al Teatro Tabarís di Buenos Aires e la sua carriera decollò, portandolo a veri e propri tour mondiali. Lo slogan che usa per chiudere alcuni dei suoi trucchi è “No se puede hacer más lento” (non può essere fatto più lento): fa riferimento all’intenzionale lentezza con cui si esibisce.

Tra tournée internazionali, risiede a Tandil, in Argentina e ha trasformato il vagone di un treno in un saloon magico dove insegna illusione. Ha anche co-sceneggiato (con Richard Kaufman) i “Misteri della mia vita”, un film tratto da un libro autobiografico oltre che un piccolo manuale della sua arte.

Read more...

Franz Harary

Mago e inventore, è comparso in spettacoli televisivi come il primo episodio della NBC ‘s The World Greatest’s Magic, dove Harary fece sparire uno Space Shuttle.

Mentre studiava musica alla Eastern Michigan University e aspirava a diventare cantante e ballerino di Broadway, cominciò a progettare illusioni per hobby. Ha cominciato ad esibirsi in pubblico dopo aver convinto leader della band marching dell’università a farlo apparire all’improvviso nella parte centrale del loro spettacolo. Alla fine del 1983, ha inviato Harary una videocassetta a Michael Jackson contenente uno dei suoi show e entro una settimana è stata invitato ad esibirsi come parte del “Victory Tour” di Jacksons nel 1984: Harary fece levitare e sparire Jackson sul palco, per farlo riapparire con i suoi fratelli.

Ha progettato illusioni esclusive per N * SYNC, Cher, Snoop Dog, Tupac Shakur, Tone Loc, Styx, Dr. Dre, Usher, Boyz II Men, Queen Latifah, Hammer, Tina Turner, Reba McEntire e Missy Elliott . Recentemente è comparso come consulente tecnico per le sfide magiche durante le stagioni 3 e 5 della Crew di America ‘s Dance . Questo è stato molto apprezzato e acclamato dalla critica del settore.

Nel 2010, Franz Harary é stato il giudice principale in una serie TV chiamata Magic Star in India, sul canale indiano Star One. Oltre ad agire come giudice e “guru magico”, ha progettato oltre 90 nuovi effetti originali, eseguite da lui stesso.

Il programma è attualmente trasmesso anche nel Regno Unito. Nel 2011, si esibisce anche in India presso il Regno dei Sogni a Gurgaon, India.

Read more...

Xavier Mortimer

Xavier Mortimer é nato e cresciuto nel Sud della Francia e ha girato tutto il mondo creando uno spettacolo che é una mescolanza di magia, arti circensi, musica e comicità. Ha studiato presso il Conservatorio di musica e danza di “La Rochelle” e ha appreso l’arte teatrale a Londra da Jacques Le Coq. A 15 anni ha creato il suo primo spettacolo, misto di magia, mimo e commedia. Ha vinto in seguito numerosi premi, da Abano all’Etoile d’Or. Nel 2006 nasce il suo spettacolo di ombromania “Ombre Orchestre”, che ha già fatto il giro del mondo e arriva finalmente in Italia!

Read more...

Aurelio Paviato - Artigiano di illusioni

Si può dimostrare che la magia non è solo vedere la statua della libertà sparire, o una donna segata in due, o una levitazione? Si possono superare i limiti dell’immaginazione utilizzando soltanto i piccoli oggetti della quotidianità? Ebbene, c’è chi è riuscito in una simile impresa, chi ha trasformato l’arte della fantasia in magia: il suo nome è Aurelio Paviato.

Ammaliato fin da piccolo dalle apparizioni di Silvan in televisione, a quindici anni, durante la sua ricerca di libri sulla “nobile arte dell’illusione”, nelle librerie di Vigevano, si imbatte nel Manuale completo dei giochi di prestigio: si tratta di in una felice quanto inaspettata coincidenza. La seconda parte del testo altro non è che l’edizione clandestina di una pietra miliare della prestigiazione, The Fine Art of Magic di George Kaplan, allievo di Horowitz, a sua volta esponente di un ristretto gruppo di prestigiatori guidati da uno dei più grandi artisti di questo secolo, Dai Vernon, colui il quale ha rivoluzionato l’arte del close-up, o micromagia. Guidato da questa passione, Aurelio conosce il concittadino Salvatore Vinci che gli insegna i primi rudimenti sull’arte magica e lo presenta a Piero Pozzi e Ottorino Bai: ancora una piccola coincidenza porta Aurelio ad iscriversi al Club d’arte magica di Milano come allievo di Tony Mantovani, primo in Italia ad aver divulgato le nuove tecniche di cartomagia e micromagia provenienti dagli Stati Uniti.

Come egli stesso ricorda in molte interviste, è in questo periodo che riceve il “primo buon consiglio” necessario alla sua formazione: resistere alla tentazione di interessarsi contemporaneamente a tutto. Saper scegliere e sapersi concentrare su un solo soggetto, e dedicarsi ad esso con assiduità. Paviato sceglie il close-up.

La sua conoscenza in materia si accresce. Nel 1979 partecipa al Fism di Bruxelles e conosce Roberto Giobbi che lo introduce alla EMM (Escuela Magica de Madrid), un gruppo di studio che si propone di approfondire i vari aspetti della prestigiazione con le carte, cercando di valorizzarne l’aspetto artistico. Ne diventa membro, amplia i suoi contatti internazionali e scopre un nuovo approccio alla prestigiazione. La svolta è nel 1982, al congresso mondiale Fism di Losanna, vince il titolo di campione del mondo di close-up, primo a pari merito con Michael Ammar. Col passare degli anni il mondo della prestigiazione professionistica lo attrae sempre di più e dal 1988 vi si dedica completamente: è l’inizio di un periodo ricco di impegni e di partecipazioni televisive che lo portano in giro per il mondo, da Hollywood fino in Giappone. Dal 1994 per due anni è di casa a “Buona Domenica”, dal ’96 diventa ospite fisso al “Maurizio Costanzo Show. Scrive inoltre vari articoli e saggi su “Genii” (Usa), sulla “Circular della Escuela Magica de Madrid” e sulla rivista italiana “Magia”, per cui, nel 2006, pubblica “Documento sul Mentalismo” e “Il lavoro del prestigiatore”. Dal 2009 collabora in qualità di membro del comitato tecnico-scientifico esterno con la Biblioteca Nazionale Braidense di Milano nell’allestimento della mostra “Tutto è come appare”, dedicata all’arte della prestigiazione.

È inoltre uno dei soci fondatori dell’ASAP (l’Accademia per lo studio dell’arte della prestigiazione), che si avvale della collaborazione di psicoanalisti di professione e appassionati di arte in generale.

Read more...
Subscribe to this RSS feed

CONTATTACI PER VIVERE LA
PIU' GRANDE ESPERIENZA
MAGICA DELLA TUA VITA


Tel: +39 3480011257
Email: partners@mastersofmagic.tv